Come salvare la tua Azienda dal CoronaVirus!


Come salvare la tua Azienda dal CoronaVirus!

Il covid19 potrebbe essere una grande occasione per reinventarsi.

La chiusura temporanea dei piccoli esercizi e delle tante attività sono semplicemente una risposta a breve termine alla pandemia del nuovo secolo, e la quarantena forzata potrebbe essere l’occasione adatta per reinventarsi, fare brainstorming e colmare, per quanto possibile, lacune tecnologiche.

Per trasformare questo periodo di transizione a tuo vantaggio ti consiglio di dare una lettura a questo libro in cui troverai tanti consigli e stimoli nuovi per il tuo business:

Come avverte lo stesso Montemagno, questo libro non contiene ricette magiche per avere successo in rete e non è neppure un libro di “crescita personale”, perché Montemagno non è un motivatore e non crede nell’industria della motivazione. Visione positiva e costruttiva del futuro, capace di anticipare i trend tecnologici e di percepire l’essenza delle cose, insieme ad una grande efficacia comunicativa, hanno fatto di Marco Montemagno uno dei più autorevoli e seguiti protagonisti del mondo digitale.

Tornando a noi, molti si chiedono cosa succederebbe se la pandemia si trascinerà fino alla prossima primavera, cosi come il Regno Unito teme?

Non possiamo sapere con certezza quando tutto questo passerà, ma quello che tutti noi ci chiediamo è:

Saremo in grado di gestire un periodo di interruzione così elevato?

La vera sfida, che a molti fa paura, è quella di investire nel digitale, garantendo ai propri dipendenti mezzi adeguati per lo svolgimento del lavoro da remoto, l’uso di applicazioni produttive e di videoconferenza, banda larga, sicurezza dei dati etc.

E’ il grande momento degli e-commerce, degli stock in magazzino, dello smart working e di tutte quelle aziende che negli ultimi anni hanno creduto e investito nel digitale.

I grandi esperti del settore comunicano che è il momento propizio per investire sugli e-commerce e sull’advertsing, sebbene il budget dei consumatori sia limitato e il contatto umano è pressoché nullo.

Da recenti statistiche bisogna considerare che il 46% dei consumatori acquista online articoli per la cura della persona, dai prodotti cosmetici fino ai beni di lusso e di abbigliamento.

Quanto cambierà il mondo del lavoro?

Molte aziende saranno costrette a reinventarsi, per far fronte a questa crisi, imponendo nuove misure, nuovi posti di lavoro completamente differenti switchando il proprio business online.

Un esempio? Amie Song è uno specialista di consulenza presso Gartner che presta molta attenzione alle tendenze dei consumatori in Cina, un paese che ha avuto molta esperienza nell’affrontare un’epidemia altamente distruttiva nel 2002 e nel 2003 con l’epidemia di SARS.

A causa di un periodo di isolamento forzato i consumatori cinesi hanno puntato tutto sui siti e-commerce. Ancora oggi questa abitudine non è cambiata.

“L’e-commerce cinese è davvero decollato dopo l’ultima crisi della SARS”, ha detto Song, aggiungendo che i colossi e-commerce come JD.com e Tmall hanno guadagnato una forte trazione con i consumatori sulla scia della SARS. è un’opportunità interessante per molti marchi di pensare alla loro innovazione digitale”.


Un’altra dinamica che molti marchi dovranno sicuramente affrontare nel lungo periodo è quella di adeguare le catene di approvvigionamento.

E’ il momento tanto atteso del made in Italy?

Guardando ciò che sta accadendo proprio ora in Cina, ci sono prove che la ripresa, quando arriverà, potrebbe benissimo essere forte con un nuovo pubblico, una nuova consapevolezza e un nuovo modello di comportamento di acquisto.

I consumatori parsimoniosi di gennaio e febbraio sono determinati a spendere ora.


I locali saranno presi d’assalto, il contatto umano sarà richiestissimo, si presterà attenzione all’ ambiente e al benessere del proprio corpo. Incoraggiante, non credete?


LIGHT ME UP

POST that could ILLUMINATE YOU

Lascia un commento